ViaggiDesign

Alto Lazio e Terre Falische

06 - 13 aprile 2019
Itinerario in 8 giorni

Un itinerario che parte da Roma con la visita di Villa Giulia dove ha sede il più importante Museo etrusco d’Italia per poi spostarci nel viterbese. Un viaggio tra cultura e benessere, archeologia e terme in cui non mancherà il tempo per rilassarsi tra saune e acque calde.

Il Rinascimento nella Tuscia viterbese è stato un periodo di grande splendore, in cui grazie alle famiglie nobili, ai papi e agli alti prelati, tutto il territorio si è arricchito di sontuosi palazzi e giardini progettati da celebri architetti dell’epoca. Ancora oggi il ‘400 e il ‘500 hanno lasciato incredibili testimonianze, di cui gli esempi di maggior evidenza sono le ville e i giardini storici che costituiscono un percorso imperdibile per il turista amante della storia, dell’arte e della natura: Villa Lante a Bagnaia di Viterbo, il Sacro Bosco di Bomarzo, il Palazzo Farnese di Caprarola.

Al confine con l’Umbria, in vista della Valle del Tevere, visiteremo Civita di Bagnoregio che si adagia su un colle tufaceo cuneiforme a 443 metri s.l.m., stretto fra i due profondi burroni del Rio Chiaro e del Rio Torbido. Una passeggiata mozzafiato ci porterà in questo borgo definito ‘la città che muore’ per la continua erosione che segna il destino di questo luogo.

A Tarquinia visiteremo la necropoli inserita nel 2004 tra i Patrimoni dell’Umanità per la presenza di un eccezionale ciclo monumentale di tombe dipinte, definito come “la prima pagina della grande pittura italiana”. È il più grande dei cimiteri dell’antica città etrusca di Tarquinia e consta di più di 6.000 tombe etrusche sotterranee che occupano tutto il vasto colle dei “Monterozzi”. Le tombe dipinte, ornate con scene figurate tra cui cacciatori, pescatori, suonatori, danzatori, giocolieri, atleti, rappresentano la ricchezza ed il potere dei defunti per cui furono eseguite: sono il simbolo del loro elevato rango sociale.

Scopriremo le Terre Falische visitando Civita Castellana e Nepi con lo splendido acquedotto nel centro storico della città, la cui acqua è ancora un marchio importante.

Cuore dell’Agro Falisco, lo scenario offerto dalla Valle del Treja, in particolare nel punto in cui sorge il borgo di Calcata, è considerato uno dei più incantevoli paesaggi laziali: la folta e impenetrabile vegetazione, con i suoi colori sempre cangianti al mutare delle stagioni, ammanta i caldi toni rossi e marroni delle rocce tufacee, che formano alte pareti, pinnacoli, gole e tagliate.

Un viaggio alla scoperta dell”altra Roma’, in un territorio ricco di storia e di storie in cui anche la gastronomia racconta l’anima di questi luoghi meravigliosi.

introduzione al viaggio
programma
costi
informazioni generali

programma in pillole

  • Programma in preparazione

date di partenza

  • 06 - 13 aprile 2019
  • 21 - 28 settembre 2019
  • 12 - 19 ottobre 2019